Loading...

 

 

BIOENERGETICA

Viene sviluppata dal medico e psicoterapeuta americano Alexander Lowen riprendendo il concetto e il lavoro di  W. Reich che introduce l'osservazione e il lavoro col corpo nelle sue sedute di psicoanalisi, arrivando a descrivere il linguaggio del corpo. Reich notò come l'individuo può avere non solo una scissione fra memoria conscia ed inconscia, ma la stessa scissione può avvenire anche a livello corporeo nelle sue espressioni. Ad esempio una persona può essere gentile a parole ma dimostrare un viso contratto con l'espressione arrabbiata, o può ridere manifestando uno sguardo e un'espressione del viso triste.



​Alexander Lowen, paziente ed allievo di Reich, approfondì il lavoro sul corpo e introdusse il lavoro bioenergetico. Il suo concetto è che le emozioni bloccate e non manifestate, fin dall'infanzia, creano tensioni muscolari che a loro volta possono fissarsi a livello somatico in modo cronico e la struttura del corpo rappresenta la mappa formata dai blocchi energetici. Le parole non dette, le emozioni inespresse vengono narrate attraverso il corpo e vanno a strutturare il carattere e lo stare del corpo nel mondo circostante, ciò che Lowen chiama "armatura caratteriale". Le tensioni muscolari croniche nelle quali viene trattenuta l'energia non sono altro che emozioni negate, come impedirsi di piangere, di arrabbiarsi, di dire “no”.



Tali tensioni impediscono la giusta percezione del nostro corpo e quindi di noi stessi. Spesso non siamo più consapevoli di quali siano le emozioni trattenute in queste tensioni corporee che,  limitano la mobilità, impediscono una corretta respirazione, rendono difficoltosa la manifestazione spontanea dei sentimenti riducendo, di fatto, la capacità di vivere le esperienze e di disporre della completa energia vitale.



Nel corso del lavoro bioenergetico si aiuta la persona ad entrare in contatto con sé stessa attraverso il proprio corpo. Usando esercizi specifici essa inizia a percepire in che modo inibisca o blocchi il fluire dell’eccitazione nel corpo; come abbia limitato la respirazione, i movimenti, l’auto- espressione. In altre parole come abbia diminuito la propria vitalità.



 



PERCORSO DI 12 INCONTRI, IL SABATO MATTINA DALLE 9.30 ALLE 11.00



DAL 2 FEBBRAIO


Hai qualche richiesta? Vuoi più informazioni? Scrivici! Risponderemo a tutte le tue domande appena possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali

Chi siamo

Un luogo tranquillo, un tempo di pausa dalle preoccupazioni della vita, per togliere rigidità e tensione al corpo e alla mente, per condividere la ricerca di armonia e sviluppare la potenzialità alla gioia e alla creatività.


Ognuno secondo la sua natura, ognuno con il suo ritmo ... LiberaMente

Dove siamo

via San Gottardo n.3
31029 - Vittorio Veneto (TV)

Cellulare

+39.349.8090492
+39.338.1231905

E-mail

centroyogaliberamente@gmail.com